Rifugio Quintino Sella


Waypoints e TrackLog: formato MyGPS e GPX


Rifugio Quintino Sella PARTENZA: Arrivo seggiovia presso Colle Bettaforca (2727 m).
Da Pont Saint Martin risalire la valle di Gressoney fino a Gressoney La Trinite'. Proseguire quindi in direzione della frazione Stafal fino al grosso parcheggio vicino alla partenza degli impianti di risalita.
ARRIVO: Rifugio Quintino Sella (3585 m)
QUOTA MASSIMA: 3585 m
DISLIVELLO: 858 m
LUNGHEZZA: 4.3 Km (8.6 Km)
DURATA: 3:00 h (5:00 h)
PERCORSO: Lasciata la seggiovia si imbocca una stradina in direzione nord e dopo pochi metri si incrociano i bollini gialli del sentiero n° 9. La stradina supera un breve pendio e raggiunge uno spiazzo: da qui si procede a mezza costa nella pietraia sino al Passo di Bettolina Inferiore (2905 m, 0h30', waypoint BETTOL). Superate le discese per Saint-Jacques, prima a sinistra, e per Staffal, dopo a destra, si riprende a salire attraversando un lungo altopiano detritico sino a raggiungere il Passo di Bettolina Superiore (3100 m, 1h00'). Giunti al passo si trascura il sentiero n° 7 che discende al Pian di Verra Superiore (waypoint XVERRA) e si procede per un breve tratto lungo la larga cresta. Successivamente si percorre un tratto a mezza costa ed in seguito si risale la pietraia sino alla cresta (3280 m, 1h30'). Si percorre un tratto nel versante di Gressoney per poi ritornare sulla cresta, all'altezza di un gigantesco ometto (3465 m, 2h00').
Qui comincia la parte più impegnativa dell'itinerario, che presenta alcuni tratti esposti ed è attrezzato con corde fisse da usare come mancorrenti. Si raggiunge una breve passerella in legno (waypoint PONTE), dopo la quale si vira leggermente a destra per risalire l'ultimo risalto roccioso che precede il rifugio. Il sentiero si insinua tra le rocce con qualche passaggio poco agevole e sbocca alle pendici del ghiacciaio del Felik dove sorge il Rifugio Quintino Sella (3585 m, 3h00').
NOTE: A inizio stagione e talvolta fino alla fine di luglio il tratto in cresta è innevato. La traccia però rimane sempre ben battuta dal continuo transito di alpinisti diretti al rifugio.Il panorama spazia a nord est verso le vette del Lyskamm Occidentale e Orientale e della Piramide Vincent; a nord ovest verso la Valle d’Ayas si può osservare il Ghiacciaio di Verra posto nell’ampia conca dominata dalle vette del Castore, Polluce, Breithorn Orientale e Occidentale e Gobba di Rollin.
Dal rifugio è possibile effettuare numerose escursioni su ghiacciaio anche molto impegnative. Una delle più accessibili e frequentate è la salita al Castore che richiede comunque una certa esperienza di alta montagna e l’attrezzatura adatta (ramponi, picozza, imbracatura e corda).


Vista del ghiacciaio Verra salendo lungo la cresta  Vista dei Lyskamm  Ultimo tratto di ferrata  Il rifugio con il Castore sullo sfondo  

(Tutte le foto sono disponibili con risoluzione e qualita' piu' alte. Scrivici una e-mail!)