Da Cort a Voella (passando dal Rifugio Barbustel)


Waypoints e TrackLog: formato MyGPS e GPX


Il Lago Bianco nei pressi del rifugio Barbustel PARTENZA: Loc. Cort, comune di Champorcher (Aosta) (1775 m).
Da Pont-Saint_Martin si prosegue verso Aosta lungo la SS26 attraversando Donnas e Bard. Poco dopo questo abitato le indicazioni per Champorcher inducono a svoltare a sinistra su un ponte che attraversa la Dora e che conduce a Hone. Qui la strada comincia a salire con svariati tornanti. Si supera l'abitato di Pont Boset e si prosegue fino a Champorcher. Poco dopo la località Chateau i cartelli indicano la strada che sulla destra si inerpica in direzione del parco del Mont Avic e del rifugio Dondena. Si percorre questa strada fino alla loc. Cort, dove termina la parte asfaltata. Qui si puo' posteggiare per proseguire a piedi lungo la mulattiera che parte a destra e vicino alla quale si trova un cartello con la piantina del parco.
ARRIVO: Voella (1307 m)
QUOTA MASSIMA: 2303 m
DISLIVELLO: 1000 m
LUNGHEZZA: 10.6 Km
DURATA: 5:00 h
PERCORSO: Il sentiero sale inizialmente nel bosco e costeggia il torrentello Muffé. Dopo circa 20 minuti si arriva nei pressi di una baita in localita' Grand Cort e poco dopo si incontra il bivio per il colle Terra Rossa. Bisogna proseguire a sinistra: il panorama si fa brullo, gli alberi diventano per lo piu' larici e il loro numero si riduce progressivamente, lasciando spazio ai pascoli.
Arrivati al lago di Muffè si puo' vedere la Cima Piana che sovrasta il Col Lago Bianco (2303 m), raggiungibile dopo un'altra ora di cammino. Superato il colle comincia la discesa verso il rifugio Barbustel: si arriva prima ad un alpeggio ristrutturato, si svolta a destra e si attraversa un prato per arrivare al rifugio, posto nelle vicinanze del Lac Blanc.
La discesa prosegue seguendo il sentiero 5C e conduce prima all'alpe di Cousse (2051 m) e poi fino all'alpe Serva Damon (1835 m). Si attraversa un ruscello e si prosegue lungo la sponda sinistra del Lac de Serva. Si cammina in una pineta alternata a tratti da distese sassose , fino ad arrivare alla base di una parete rocciosa. La discesa riprende ad essere ripida fino al Ru Chèvre, canale irriguo nei pressi del torrente Chalamy, da cui prende l'acqua. Poco dopo si arriva alla radura del Magazzino, dove si trovano dei cartelli indicatori: il sentiero lascia il posto ad una strada sterrata che dopo 2 km dopo raggiunge Voella.
NOTE: Dal XVII alla metà del XX secolo nella Valle di Champdepraz sono state a più riprese coltivate miniere di ferro e rame. La necessità di disporre di grandi quantità di combustibile per la fusione dei metalli ha causato un pesante depauperamento del patrimonio forestale della vallata, sottoposto nei secoli scorsi ad estesi ripetuti tagli per la produzione di carbone di legna; le aie carbonili, disseminate in tutti i boschi di Champdepraz, sono visibili anche lungo il sentiero 5C.


Partenza da Cort  Il lago Muffe' visto dal colle  Il lago Vallette  Il rifugio Barbustel  

(Tutte le foto sono disponibili con risoluzione e qualita' piu' alte. Scrivici una e-mail!)